News

TUTTO LO SPORT A CREMA E NEL CREMASCO

martedì 4 giugno

TROFEO DOSSENA: LA PRIMA VOLTA DELLA SPAL! FERRARESI CAMPIONI

Il torneo si chiude con una finale entusiasmante: i ferraresi pareggiano in extremis il vantaggio della Cremonese e conquistano il titolo ai rigori! Ancora una volta, un Dossena divertente e dagli elevati contenuti calcistici
TROFEO DOSSENA: LA PRIMA VOLTA DELLA SPAL! FERRARESI CAMPIONI

43° TROFEO “DOSSENA”

*** S.P.A.L. CAMPIONE! ***

Miglior Giocatore del Torneo: Manuel POLEDRI (Cremonese)
Capocannoniere del Torneo: Davide ROVIDO (Cremonese)
Miglior Portiere del Torneo: Marco MENEGHETTI (Spal)

Miglior Giocatore della Finalissima: Andrea RIZZO PINNA (Spal)
Giocatore più Corretto della Finalissima: Aziz SANE (Spal)

Giocatore più giovane della Finalissima: Cezary ISKRA JABUB (Spal)
Giocatore meno giovane della Finalissima: Alessandro BESOZZI (Cremonese)
Squadra con più gol realizzati: S.P.A.L. (14 reti)

Premio Fair Play: F.C. GOIS (zero cartellini nella fase a gironi)

 

Si è chiuso tra grandi applausi il 43° Trofeo “Dossena”, torneo internazionale di calcio riservato alla categoria Under 19.

Come ogni anno novità, emozioni e lo spettacolo del campo: l’avvincente Fase a Gironi ha messo in mostra squadre agguerrite e combattive in molti dei campi del territorio e della Regione Lombardia, dove i giapponesi dell’F.C. Gois, insigniti del Premio Fair Play, non hanno superato il turno, ma hanno dato ennesima testimonianza dei valori educativi del sistema nipponico, pronti a pulire essi stessi gli spogliatoi ogni volta, rendendo i locali lindi e perfettamente riordinati, anche dopo sconfitte in campo.

Il ChievoVerona di mister Alessandro Gamberini, la Rappresentativa Cremasca di mister Dario Hubner e la Rappresentativa Nazionale LND U18 di mister Tiziano De Patre hanno lottato sino alla fine, senza però riuscire a conquistare il passaggio del turno.

Alle semifinali si sono qualificati gli sloveni dell’Olimpia Ljubljana e il Brescia, che sono stati però superati dalle squadre poi in grado di volare alla Finalissima: S.P.A.L. e Cremonese.

Dopo la rimonta inferta in semifinale ai pur meritevoli bresciani, i grigiorossi della Cremonese hanno scontato la legge del contrappasso nella finale del torneo: nel corso della prima frazione la prevalente manovra ferrarese non ha trovato il gol e i ragazzi di mister Lucchini hanno resistito grazie a quell’organizzazione che gli ha permesso di trovare la rete del vantaggio in ripartenza in avvio di ripresa. Dopo aver accusato il colpo, la S.P.A.L. ha però ritrovato idee e coraggio, spingendosi in avanti alla ricerca del pareggio, acciuffato proprio in extremis: a causa di alcune interruzioni nel recupero, il direttore prolunga l’extra-time e all’ultimo assedio, dopo un batti-e-ribatti in area, Varela Lopes firma l’1-1 che fa esplodere di gioia la panchina biancoazzurra. Durante i supplementari ancora ferraresi in maggior controllo del gioco, ma l’occasione più ghiotta è per Poledri, la cui bordata stampa il palo prima del termine. Nella lotteria dei rigori prevale la freddezza dei giocatori della S.P.A.L., che iscrive per la prima volta il proprio nome nell’Albo d’Oro del torneo, raccogliendo i meritati applausi e complimenti dal pubblico di un “Voltini” coinvolto e appassionato.

Un plauso è però dovuto anche e soprattutto al Comitato Organizzatore del torneo, che da 43 anni porta lo spettacolo del grande calcio a Crema, dove, come evidenzia il presidente Angelo Sacchi, gli appassionati possono ammirare da vicino e in anteprima, le stelle del calcio delle prossime stagioni.

 

LUNEDÌ 3 GIUGNO 2019

LA FINALISSIMA

CREMONESE – S.P.A.L. 4 – 6
7′ st Rovido, 46′ st Varela Lopes

Sequenza Rigori:
Spina (S) GOL – Spini (C) GOL
Milani (S) GOL – Poledri (C) GOL
Ellertsson (S) GOL – Perotta (C) PARATO
Cuellar (S) GOL – Cella (C) GOL
Farcas (S) GOL

CREMONESE: Fiore, Cerri (14′ st Palla), Besozzi (3′ sts Perotta), Poledri, Missaglia, Cella, Girelli, Sow (36′ st Hoxha), Pedroni, Bingo (4′ st Spini), Rovido (39′ st Crivella).
A disposizione: De Bono, Kadjo.
Allenatore: Sig. Stefano Lucchini

S.P.A.L.: Meneghetti, Milani, Farcas, Rizzo Pinna (33′ st Mazzoni), Cannistrà (18′ st Minaj), Alessio (8′ st Iskra Jacub), Cuellar, Sare, Babbi (18′ st Ellertsson), Spina, Martina (8′ st Varela Lopes).
A disposizione: Maksymowicz, Valesani.

Arbitro: Sig. Michele Pasculli della Sez. di Coma
Assistente di Linea: Sig. Bruno Galigani della Sez. di Sondrio
Assistente di Linea: Sig.ra Doriana Lo Calio della Sez. di Seregno
Ammoniti: Cerri, Alessio, Girelli.

CREMA (CR) – Finale combattutissima e giocata sul filo del rasoio: le due squadre sentono la pressione e giocano più attente a non scoprirsi che a offendere. A metà frazione i portieri risultano praticamente inoperosi, ma si duella su ogni pallone. In evidenza il cursore Poledri e l’offensivo Cerri per la Cremonese, il regista Rizzo Pinna e l’attaccante Cuellar della Spal.

Si riparte nella ripresa senza cambi: la Spal manovra con più insistenza, ma viene castigata in ripartenza, blitz di Pedroni e Rovido, finalizzato da quest’ultimo con la conclusione dell’1-0 grigiorosso. La Spal prova a reagire e si rende pericolosa con il piazzato di Rizzo Pinna, che dà solamente l’illusione del gol. Il vantaggio galvanizza però la Cremonese, che nel secondo tempo è più pericolosa, ma i cambi di mister Cottafava danno grande impulso alla formazione ferrarese: Minaj e Iskra Jacub sfiorano il pareggio. L’asse Poledri-Rovido è però sempre in agguato: solo una grande parata di Meneghetti tiene in partita la Spal.
I biancoazzurri hanno il grande merito di crederci e di non mollare fino alla fine: Cuellar si guadagna una punizione dal limite. Tutti e 22 i giocatori sono in area di rigore: dopo il palo colpito da Sare di testa, la deviazione vincente, ancora di testa, è quella di Varela Lopes, che incorna a rete l’1-1 con cui si chiudono i tempi regolamentari.

Nel primo tempo supplementare grande equilibrio: la Spal manovra, la Cremo resta accorta in fase difensiva; dopo due pericoli costruiti dai ferraresi, i grigiorossi si avvicinano al gol con una mischia da corner.
Nel secondo tempo supplementare si gioca su folate estemporanee: la Cremonese si rende pericolosissima con il palo clamoroso colpito da Pedroni a pochi istanti dal termine.

Nella lotteria dal dischetto risulta decisivo l’errore di Perotta, con la parata di Meneghetti e la trasformazione decisiva di Farcas!

La S.P.A.L. iscrive quindi il suo nome all’Albo d’Oro del Dossena: complimenti!